Aminoacidi Ramificati a Cosa Servono?

Gli aminoacidi ramificati ovvero i BCAA, al pari delle proteine, rientrano nella categoria degli integratori plastici, ovvero che favoriscono la sintesi e l’anabolismo muscolare.

Il loro impiego in ambito sportivo produce effetti diversi in virtù del momento dell’assunzione.
Valina, leucina ed isoleucina (sono questi i 3 aminoacidi presenti negli integratori di BCAA) rappresentano 3 aminoacidi essenziali che l’organismo utilizza anche a scopo energetico. A tal proposito, assunti prima dell’attività (almeno 40 minuti prima), contrastano la degradazione delle proteine muscolari e ritardano anche la comparsa del senso di affaticamento.

Quest’ultimo effetto è principalmente dovuto al fatto che, tanto i BCAA, tanto il triptofano raggiungono il cervello mediante i medesimi canali d’accesso. Il triptofano, una volta nel cervello, è trasformato in serotonina, neurotrasmettitore che fornisce l’input dello stato di affaticamento. Maggiore è il triptofano nel cervello, maggiore sarà la produzione di serotonina e conseguentemente il senso di affaticamento.
I BCAA, competendo con il triptofano, ne ostacolano l’ingresso, rallentando l’insorgere del senso di affaticamento.

disegni con composizione chimica degli aminoacidi ramificati

Quali sono gli Aminoacidi Ramificati e quale è la loro composizione chimica

 

Da recenti studi emergerebbe addirittura che i BCAA abbiano l’effetto di stimolare il rilascio di testosterone dopo l’esercizio fisico(1) , in tal senso occorrerebbe assumerli circa un’ora prima per ottenere poi un aumento del testosterone sierico poco dopo il termine dell’allenamento.

Una loro assunzione dopo l’allenamento agevola il recupero ed espleta le funzioni plastiche tipiche degli aminoacidi.
La valina (C5H11NO2) svolge le sue principali funzioni nel coordinamento muscolare, nella concentrazione, nelle funzioni nervose.
L’isoleucina (C6H13NO2) è fondamentale per la formazione dell’emoglobina, ed è implicata nella sintesi proteica.
La leucina (C6H13NO2) svolge un fondamentale ruolo plastico rispetto al muscolo, stimolando la sintesi proteica e rientrando negli elementi proteici costitutivi. Inoltre un suo impiego stimolerebbe il rilascio di GH(2) .
Nel corso dell’attività sportiva vi è un forte impiego (ossidazione) di leucina nel muscolo, tale da abbassare drasticamente il suo quantitativo.

Gli aminoacidi ramificati sono in grado di ripristinare la massa muscolare solo in soggetti affetti da patologie epatiche, in chi ha subito interventi chirurgici, o in chi ha subito traumi.
Queste sostanze sono un aiuto agli alcolisti limitando la atrofizzazione della massa muscolare ed agiscono sui neurotrasmettitori contribuendo a prevenire i disturbi neurologici che si accompagnano all’abuso di alcol.
Sembra da studi fatti che questi tre aminoacidi possano essere utili nella Sclerosi amiotrofica laterale SLA malattia di Lou Gehrig ( consultare sempre il proprio medico curante)

Il fabbisogno giornaliero “minimo” dei 3 aminoacidi ramificati BCAA in esame è di : 80mg/kg/die per la leucina, 46mg/kg/die per la isoleucina e 40mg/kg/die per la valina. 

Per un atleta di 78kg la dose giornaliera minima è di 13gr

Nel rapporto 2:1:1 sempre.

 

Gli aminoacidi ramificati BCAA fanno parte dei 21 aminoacidi. Di questi 21 aminoacidi 8 sono essenziali 13 non essenziali

Sono considerati essenziali i seguenti aminoacidi

Fenilalanina : Viene utilizzata dal cervello per produrre alcuni importanti neurotrasmettitori che, oltre a migliorare l’umore, allevare il dolore e migliorare la funzionalità cerebrale, riducono la fame e l’appetito favorendo il senso di sazietà. Migliora inoltre la funzionalità tiroidea partecipando alla sintesi della Tiroxina.

Isoleucina : necessario per la crescita e lo sviluppo dell’intelligenza. Regola l’equilibrio dell’azoto nel corpo e sintetizza altri aminoacidi non essenziali.

Leucina : stimola le funzioni cerebrali e aumenta i livelli energetici dei muscoli

Lisina (leggi l’articolo su questo aminoacido essenziale clicca qui) : fondamentale per la produzione di anticorpi nel sangue e la normale crescita cellulare

Metionina : è un aminoacido cosiddetto “lipotropico”, ovvero in grado di metabolizzare i grassi e i lipidi, assicurando in questo modo la salute del fegato. Serve a sintetizzare la cisteina

Treonina : è funzionale alla digestione e all’attività intestinale

Triptofano : favorisce l’utilizzo delle vitamine del gruppo B

Valina : stimola la capacità mentale e la coordinazione muscolare

 

Cisteina e la Tiroxina, per alcune particolari funzioni, sono considerati anche aminoacidi essenziali. Vengono sintetizzati a partire da metionina e fenilalanina.


Sono considerati Semi-essenziali i seguenti aminoacidi : 

Cistina : favorisce il metabolismo dei carboidrati e stabilizza gli zuccheri nel sangue; aiuta la funzionalità del pancreas

Taurina : favorisce la salute degli occhi, migliora la funzione renale e la memoria, cura la depressione, l’ansia, l’infertilità, il diabete, l’ipertensione e le malattie del fegato.

Tirosina : ritarda l’invecchiamento cellulare, regola i centri dell’appetito nell’ipotalamo, è responsabile della colorazione dei capelli e della pelle, previene le scottature derivanti dall’esposizione ai raggi solari. Può essere sintetizzato dalla fenilanina.

 

Sono considerati non essenziali i seguenti aminoacidi : 

Acido aspartico : favorisce la metabolizzazione dei carboidrati

Acido Glutammico : La funzione dell’acido glutammico è quella di inserire i gruppi amminici o nelle vie biosintetiche o nel ciclo dell’urea in maniera tale da favorire la loro eliminazione.

Alanina : rafforza le pareti delle cellule

Arginina : è la molecola che compone circa l’80% del liquido seminale maschile. Il fabbisogno di arginina è condizionato dalla presenza di alcune patologie, dalla gravidanza ed è molto alto nei bambini LEGGI L’ARTICOLO APPENA PUBBLICATO SULL’ARGININA E L’OSSIDO NITRICO gli effetti e le controindicazioni CLICCA QUI

Asparagina : Questo amminoacido aumenta la resistenza ad affaticamento, quindi ascendente lo stamina degli atleti.

Glicina : La glicina è un neurotrasmettitore inibitorio a livello di sistema nervoso centrale; fondamentale la sua azione nella regolazione dei motoneuroni.

Glutammina : accelera l’eliminazione dell’ammoniaca dalle cellule muscolari. Questo favorisce infatti un aumento della prestazione sportiva e del recupero muscolare.

Prolina : precursore dell’acido glutamminico, fondamentale per il funzionamento cellulare, il cui fabbisogno aumenta un caso di stress psico-fisico o malattia.

Serina : Coadiuvante nella formazione della guaina protettiva che ricopre i nervi

Istidina : è un aminoacido essenziale per tutta la vita, in quanto l’organismo riesce a conservarla in modo efficiente e quindi nell’adulto il fabbisogno diventa poco rilevante. nei bambini e nelle donne in gravidanza, invece, il fabbisogno di istidina è notevole

Carnitina : Particolarmente concentrata nel muscolo scheletrico e nel cuore viene sintetizzata a partire da lisina e metionina in presenza di ferro, vitamina C, B1 e B6. Facilita il trasporto degli acidi grassi a media e lunga catena nel mitocondrio dove verranno ossidati per produrre energia. Grazie a questo suo importante effetto sul metabolismo dei grassi un’eventuale supplementazione potrebbe essere utile in caso di diabete, obesità e come prevenzione delle malattie cardiovasolari (grazie alla riduzione dei trigliceridi ematici).

Tutti gli aminoacidi devo essere assunti nella loro forma più attiva Levogira “L-”

 

Le proteine di origine animali (carne, pesce, uova, ecc.) sono complete, mentre quelle vegetali sono incomplete, cioe’ sono carenti di alcuni aminoacidi essenziali:

Per esempio grano, riso e mais sono poveri di lisina.

Incoming search terms:


2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *